Articolo di Stabia Channel pubblicato in occasione della prima mostra presepiale dell'anno 2010:

Sarà inaugurata domani alle ore 17,00 presso l'ex cappella di Palazzo Sant'Anna, la I° Mostra di Arte Presepiale Città di Castellammare di Stabia. Nel segno della continuità con la manifestazione dello scorso Natale, viene riproposto un evento che ha sempre riscosso un notevole successo di pubblico e di critica. La mostra è l'evento di punta della manifestazione che ha per titolo "Natale nella tradizione e nella cultura Stabiese" curata dall'Amministrazione Comunale, dall'Azienda Autonoma di Cura e Soggiorno, delle associazioni di volontariato, una per tutte " Pro Natura".
Il logo dell'evento rappresenta la Natività nel golfo di Castellammare e vuole essere di buon auspicio per la "rinascita" culturale, artistica, socio-economica e non ultimo ambientale della nostra disastrata città.
"La mostra - spiega Massimiliano Greco, uno degli organizzatori - mi piace evidenziarlo, nasce grazie  alla passione ed all'impegno di un gruppo di "amici" stabiesi, la professoressa Marisa Greco, il dott. Antonio Sbacchi, Antonio De Martino, Luigi Vanni, Franco Liguori, Lello Napoli ed il sottoscritto e grazie al sostegno dell'amministrazione comunale e  degli sponsor a cui va il nostro ringraziamento".
La mostra sarà aperta tutti i giorni, dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 21.00.
Questa la nota introduttiva al catalogo scritta dal dott. Sbacchi:
Era l'anno 2001 quando nella nostra Cattedrale veniva esposta la Natività del XVIII° secolo riportata alla sua bellezza naturale, dopo un restauro affidato all'autorevolezza della Soprintendenza per Beni Culturali. Il nucleo presepiale veniva arricchito dagli altri pregevoli pastori negli anni successivi. Tutto questo grazie alle energie di un nostro concittadino, Giovanni Irollo, al quale va la riconoscenza della cittadinanza, poiché con la sua azione ha saputo scuotere le coscienze degli Stabiesi in campo presepiale, da troppo tempo sopite.
Con questa iniziativa, in nome di quel patrimonio di indiscutibile valore storico, artistico e culturale, la nostra Città ritornava a pieno titolo al fianco delle altre città della fascia costiera che vantano presepi e pastori di rango e una cultura consolidata nella loro realizzazione: cultura che costituisce anche il presupposto per organizzare le manifestazioni e le mostre di arte presepiale durante il periodo natalizio.
Traendo spunto da questo evento che, peraltro, ha avuto il merito di rivitalizzare quella tensione tra noi "patiti" di presepi e di pastori, ci siamo apprestati ad allestire la I Mostra di Arte Presepiale nella Cappella S. Anna della nostra città. dopo quella del 2009 preparata solo a fine anno e perciò stesso con qualche giustificata approssimazione. E questo evento è stato reso possibile anche grazie alla convinta partecipazione dell'Amministrazione Comunale, dell'Azienda Autonoma di Cura e Soggiorno, delle associazioni di volontariato, una per tutte " Pro Natura" ed infine, al concreto sostegno degli sponsor ai quali va il nostro sentito ringraziamento.
Il nostro unico intento, pertanto, è quello di incrementare questa iniziativa rendendola stabile nel tempo, attraverso una partecipazione convinta e sincera di altri soggetti singoli e collettivi. In questo contesto, non è importante l'elemento soggettivo della motivazione, sia esso storico o religioso, culturale o sociale, ma è fondamentale una unica e forte finalità condivisa: fare qualcosa di bello e di pulito per la nostra Castellammare!
Con la speranza di suscitare in Voi quelle emozioni e quei ricordi del Natale che appartengono alla nostra fanciullezza, e nell' augurarVi di godere di una piacevole mostra in un'atmosfera rilassante, desidero chiudere questa breve nota ricordando due nostri concittadini. Antonio Greco e Francesco Acanfora (Don Ciccio per gli amici), appassionati cultori e realizzatori di presepi e di pastori, che hanno diffuso la conoscenza di questa arte dentro e fuori le mura cittadine, coinvolgendo un numero sempre crescente di appassionati.

News per gli associati

Le nostre mostre

Incontriamoci